Alessandra Lemme sulla sesta serata dei Gelati Letterari

Non e’ stato mai semplice definire la tipologia di rapporti tra letteratura e giornalismo, un rapporto complicato che però nel tempo si è trasformato per assecondare  le  esigenze imposte dai  cambiamenti culturali. E’ un dato di fatto che l’incontro tra due realtà che si modellano , una su logiche consumistiche del mercato e l’altra che invece insegue la libertà dell’estro artistico, ha dato vita ad un legame difficile dove  però non ci sono ruoli definiti ma il contrario,si  assiste ad  un continuo gioco di  scambio delle  parti.  Alla  fine  ci  si  incontra  ed il giornalismo  concepito  come attività di redazione  e pubblicazione di una  notizia, è utile alla letteratura intesa  come forma di  espressione umana  che  utilizza la  parola come mezzo per produrre un testo  con un valore artistico.

E’ in questo contesto che  prende  vita  la sesta  giornata  dei “GELATI LETTERARI”, organizzati dall’ associazione  culturale I BORGHI DELLA RIVIERA DANNUNZIANA, si svolgerà   giovedì   15  luglio alle ore 20.30  sulla terrazza del lido LA PLAYA a Pescara piazza Le Laudi.  La serata avrà inizio  con “IL MOMENTO  DELLA POESIA” a  cura del  professor DANIELE GIANCANE. Per  il poeta la  poesia  non è soltanto  una libera  espressione di  sentimenti,  è piuttosto la  possibilità  di  far  riferimento ad  un  vademecum per  chi  si  dedica  a  quest’  arte; una  sorta  di  mini lezioni attorno  alla poesia  stessa.

E’ un autentico spirito  di  servizio  quello che  il  professor Giancane  regala ai cultori,  autori  e  lettori.  La  serata continuerà  con   Manola  Di  Tullio  che  ci  farà conoscere ANNA ACHMATOVA : Anna  di  tutte  le  Russie.  SI  continuerà con “ ARTE  a la PLAYA”  curato  dal  direttore  artistico Leonardo Paglialonga,  che  intervisterà  Ovidio Arena facendoci  conoscere  la  sua attività  artistica. Proseguirà la   scrittrice  Anna Maria  Pierdomenico  che presenterà  LUCIO VITULLO  e  LUCIA GUIDA con:   TUTTO  IN UN ABBRACCIO.  In  questa  raccolta  il  filo guida è  la  narrazione  poetica  di  una  fusione  tra  l’ io  desideroso di  conferme a  domande  insolute e  certezze stabili  presenti in un universo  familiare.  Il  lettore  spesso  si  sente  quasi  un’  asceta, sollevato  da  terra  da  quella quotidianità  che  spesso  ci  blocca. La  descrizione   di  folate  di  vento, scrosci  di  pioggia, calde  carezze del  sole  ci  cullano  ridandoci  luce  nei  momenti   più bui.  Tutto in  un  abbraccio è  un  patto  che  si  stabilisce tra  il  se  di appartenza   e  l’infinito che  ci  circonda.  La  fusione  avviene  quando l’ intorno  entra  a  far  parte  consistente  dell’ io.

Si  prosegue  con  GIANCARLO  GIULIANI e Daniela D’Alimonte   con  POEMA  MINIMO  .  Già  il  titolo potrebbe  portare  il  lettore a  pensare ad  un poema  volutamente sotto  le  righe,  “minimo”inteso  come  ridimensionato  o  ancor  più  ostile ad  ogni grande narrazione.  Nulla  di  più  sbagliato,  qui  il  poeta  lascia  che  l esperienza, il  tangibile,  la  quotidianità,si  trasformino  in realtà. I  versi  e  le  parole  non  si  limitano  a  dire  l’  Essere, lo  personificano. Le  parole  e  i  versi  non  rimangono  cristallizzati  come  radici  aeree, il poeta  mette  su carta  emozioni,  sensazioni, chimere  dando  consistenza  a  disillusioni, speranze e  presentimenti.

Si  prosegue con FERNANDO  PORFIRI  detto  PORFIRIUS. Questo  libro  è un tributo  a  Fernando Porfiri e  alla Roma  che  va  dagli  anni  50 ai 70,  quella  Roma  che parlava  il  linguaggio del  mondo, dove  si  incontravano  artisti, critici,scrittori e  prendevano posizioni nella  disputa tra  figurativismo  e  astrattismo.E’ un  periodo  d’ oro  egli  operò come artista dalle mille sfaccettature ospitando nella sua galleria pittori ed editori. Orfiri pubblicò sia libri di poesia e prosa suoi che di altri autori. Il presente volume é anche un omaggio alla memoria di Porfiri professore di italiano e latino al Marcantonio Colonna, scuola della congregazione cattolica irlandese dei Christian Brothers.

La serata si concluderà con “ DANTE TRA NOI”ove il professore Giancarlo Giuliani ci farà riflettere su “Alfabeti: Parole di Dante” di Patrizia Tocci. Alfabeti é un vero e proprio “libro per imparare a leggere” in questo caso Dante e la Commedia. La Commedia è un viaggio per incontrare il Creatore ma anche le sue creature,legate da un nodo d’amore. Ne scaturisce un alfabeto poetico pieno di emozioni,sentimenti,ricordi,esperienze,delicatezze. Vi preghiamo di non mancare.

Alessandra Lemme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *