Intervista ad Antonietta Florio

๐‹’๐ข๐ง๐ญ๐ž๐ซ๐ฏ๐ข๐ฌ๐ญ๐š ๐๐ž๐ฅ ๐Œ๐š๐ซ๐ญ๐ž๐๐ข
๐—”๐—ป๐˜๐—ผ๐—ป๐—ถ๐—ฒ๐˜๐˜๐—ฎ ๐—™๐—น๐—ผ๐—ฟ๐—ถ๐—ผ
๐‘‘๐‘– ๐‘‡๐‘œ๐‘›๐‘– ๐น๐‘Ž๐‘”๐‘›๐‘Ž๐‘›๐‘–
๐Ÿ”ถ๐Ÿ”ถ๐Ÿ”ถ๐Ÿ“š๐Ÿ“š๐Ÿ“š

๐Ÿ”ธ๐๐ฎ๐š๐ง๐๐จ ๐ฅ’๐ก๐จ ๐œ๐จ๐ง๐จ๐ฌ๐œ๐ข๐ฎ๐ญ๐š ๐ก๐จ ๐ฉ๐ž๐ง๐ฌ๐š๐ญ๐จ ๐ฌ๐ฎ๐›๐ข๐ญ๐จ ๐š๐ฅ๐ฅ๐š ๐Ÿ๐š๐ฏ๐จ๐ฅ๐š ๐๐ž๐ฅ ๐ฉ๐ข๐œ๐œ๐จ๐ฅ๐จ ๐š๐ง๐š๐ญ๐ซ๐จ๐œ๐œ๐จ๐ฅ๐จ. ๐‘๐ข๐œ๐จ๐ซ๐๐š ๐œ๐จ๐ฆ๐ž ๐Ÿ๐ข๐ง๐ข๐ฌ๐œ๐ž ๐ฅ๐š ๐Ÿ๐š๐ฏ๐จ๐ฅ๐š?
โ–ช๏ธSi specchia nello stagno e si accorge di essersi trasformato in un cigno.

๐Ÿ”ธย ๐”๐ง ๐œ๐ข๐ ๐ง๐จ ๐œ๐š๐ฉ๐š๐œ๐ž ๐๐ข ๐ข๐ง๐ญ๐ซ๐š๐ญ๐ญ๐ž๐ง๐ž๐ซ๐ž ๐œ๐จ๐ง ๐๐ข๐ฌ๐ข๐ง๐ฏ๐จ๐ฅ๐ญ๐ฎ๐ซ๐š ๐ฉ๐ž๐ซ๐ฌ๐จ๐ง๐ž ๐œ๐ก๐ž ๐ฅ’๐š๐ฌ๐œ๐จ๐ฅ๐ญ๐š๐ง๐จ.
๐‚๐จ๐ฆ’๐žฬ€ ๐š๐œ๐œ๐š๐๐ฎ๐ญ๐š ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐š ๐ฆ๐ž๐ญ๐š๐ฆ๐จ๐ซ๐Ÿ๐จ๐ฌ๐ข?
โ–ช๏ธNon so se cโ€™รจ stata una metamorfosi, ma la ringrazio per il paragone a cui prima dโ€™ora non avevo mai pensato e, le confesso, mi rallegra che lโ€™abbia fatto lei. Credo, perรฒ, che dipenda dal fatto che sono me stessa, senza infingimenti. Mi piace che il pubblico mi conosca per quella che sono.

๐Ÿ”ธย ๐„ฬ€ ๐ž๐ง๐ญ๐ซ๐š๐ญ๐š ๐š ๐Ÿ๐š๐ซ ๐ฉ๐š๐ซ๐ญ๐ž ๐๐ž๐ฅ ๐ฆ๐จ๐ง๐๐จ ๐ฅ๐ž๐ญ๐ญ๐ž๐ซ๐š๐ซ๐ข๐จ ๐ข๐ง ๐ฉ๐ฎ๐ง๐ญ๐š ๐๐ข ๐ฉ๐ข๐ž๐๐ข. ๐‚๐จ๐ฆ๐ž ๐ก๐š ๐š๐ฏ๐ฎ๐ญ๐จ ๐ข๐ง๐ข๐ณ๐ข๐จ?
โ–ช๏ธCon la pubblicazione del saggio La gnoseologia di Marsilio Ficino. Era il 2021 quando il libro ha visto la luce dopo una gestazione di due anni tra ricerche e stesura. Poi la sfida a me stessa, la voglia di dimostrare a me stessa, piรน che al mondo, che se volevo, potevo farcela a raggiungere il mio obiettivo

๐Ÿ”ธย ๐๐ž๐ซ ๐œ๐จ๐ง๐จ๐ฌ๐œ๐ž๐ซ๐ฅ๐š ๐ฆ๐ž๐ ๐ฅ๐ข๐จ ๐œ๐จ๐ฌ๐š ๐œ๐ข ๐ฉ๐ฎ๐จฬ€ ๐๐ข๐ซ๐ž ๐๐ข ๐ฅ๐ž๐ข?
โ–ช๏ธย Sono laureata in lingue (francese e tedesco, con la specializzazione in francese), ho collaborato per un certo periodo con il quotidiano โ€œIl Centroโ€ che mi ha fatto capire qual era la mia passione, il daรฌmon che dentro si agitava, ma a cui non davo retta, vuoi per paura, vuoi per codardia: leggere e scrivere. Da quel momento in poi non ho smesso di seguire quella stella che, con il Lockdown del 2020, si รจ illuminata ancor di piรน. Essendo rimasta in casa da sola, come molti altri del resto, ho avuto modo di riflettere sulla direzione che avrei voluto prendere. Perciรฒ piรน leggevo, piรน capivo che il treno si chiamava โ€œEditoriaโ€. Speravo di salirci, ma non ci credevo, eppure qualcosa di indefinito e indefinibile mi spingeva continuamente lรฌ, mi sussurrava di mettermi in gioco per davvero, senza fasciarmi la testa prima di essermela rotta. Proporre allโ€™Editore Marco Solfanelli il saggio su Ficino รจ stata la scelta piรน giusta che abbia mai preso. Se potessi tornare indietro, prenderei la stessa decisione. Il mio slogan รจ: โ€œEDITORIA, VITA MIAโ€. Senza i libri, sarei perduta.

๐Ÿ”ธย ๐๐ฎ๐š๐ง๐๐จ ๐ฅ๐ž ๐žฬ€ ๐ฌ๐ญ๐š๐ญ๐จ ๐ฉ๐ซ๐จ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ญ๐จ ๐๐ข ๐ฉ๐ซ๐ž๐ฌ๐ž๐ง๐ญ๐š๐ซ๐ž ๐ข๐ฅ ๐๐ซ๐ž๐ฆ๐ข๐จ ๐•๐ข๐ญ๐จ ๐Œ๐จ๐ซ๐ž๐ญ๐ญ๐ข ๐œ๐จ๐ฆ๐ž ๐ก๐š ๐ซ๐ž๐š๐ ๐ข๐ญ๐จ?
โ–ช๏ธA questo punto mi rifaccio alla prima domanda: un piccolo anatroccolo. Ho accettato senza battere ciglio, questo รจ vero, e ne sono stata onorata, ma poi ho avuto paura e sono stata assalita dai dubbi. Mi sentivo troppo piccola e non allโ€™altezza per presentare il premio che porta il nome di un grandissimo poeta.

๐Ÿ”ธ๐€๐ฅ ๐ญ๐ž๐š๐ญ๐ซ๐จ ๐๐ข ๐’๐š๐ง ๐•๐ข๐ญ๐จ ๐‚๐ก๐ข๐ž๐ญ๐ข๐ง๐จ ๐ก๐š ๐ฉ๐ซ๐ž๐ฌ๐ž๐ง๐ญ๐š๐ญ๐จ ๐ฅ๐š ๐ฌ๐ž๐ซ๐š๐ญ๐š ๐œ๐จ๐ง ๐œ๐จ๐ฆ๐ฉ๐ž๐ญ๐ž๐ง๐ณ๐š ๐ž ๐๐จ๐ฅ๐œ๐ž๐ณ๐ณ๐š, ๐ข๐ง๐œ๐š๐ง๐ญ๐š๐ง๐๐จ ๐ข๐ฅ ๐ฉ๐ฎ๐›๐›๐ฅ๐ข๐œ๐จ
๐ฉ๐ซ๐ž๐ฌ๐ž๐ง๐ญ๐ž. ๐‚๐ก๐ž ๐ซ๐ข๐œ๐จ๐ซ๐๐จ ๐ก๐š ๐๐ข ๐ช๐ฎ๐ž๐ฅ๐ฅ๐š ๐ฌ๐ž๐ซ๐š?
โ–ช๏ธย รˆ stata una delle esperienze piรน belle e indimenticabili. Ricordo che ero emozionata, tanto. E tremavo. Stimato, ben voluto da tutti e mai dimenticato, non รจ stato semplice parlare di lui. Purtroppo Vito Moretti non lโ€™ho conosciuto, e me ne rammarico. Lโ€™ho detto quella sera e lo dirรฒ ogniqualvolta la situazione lo richiederร , pur correndo il rischio di essere ripetitiva: sono arrivata troppo tardi nella casa editrice di Marco Solfanelli. Perciรฒ se da un lato non ho potuto, nรฉ potrรฒ mai stringergli la mano, dallโ€™altro lato, posso ben dire, che in tutto questo anno lโ€™ho conosciuto attraverso i suoi libri, non importa se sono poesie, racconti o romanzi. Mi si รจ rivelato con la scrittura, e precisamente con la raccolta di racconti โ€œIl doppio degli sguardiโ€, mi ha insegnato tanto e mi dice sempre le cose giuste al momento giusto. Le svelo un segreto: quando il โ€œgiocoโ€ si fa difficile, apro a caso un suo libro, in un punto qualunque di una pagina qualunque e ci trovo il consiglio giusto e saggio per quel momento.

๐Ÿ”ธย ๐€๐ฅ๐ญ๐ซ๐š ๐ข๐ฆ๐ฉ๐ซ๐ž๐ฌ๐š ๐ฏ๐ข๐ง๐ญ๐š ๐žฬ€ ๐ฌ๐ญ๐š๐ญ๐š “๐†๐ฅ๐ข ๐’๐œ๐ข๐ฎ๐š๐ง๐ข ๐๐ข ๐๐š๐ฅ๐ณ๐š๐œ”. ๐‚๐ž ๐ง๐ž ๐ฉ๐ฎ๐จฬ€ ๐ฉ๐š๐ซ๐ฅ๐š๐ซ๐ž?
โ–ช๏ธย Un giorno lโ€™Editore mi dร , di questo romanzo, la versione francese e quella italiana. Prima di cominciare a leggerlo, ho fatto qualche ricerca. Non ne avevo mai sentito parlare e anche lโ€™argomento (la Controrivoluzione dopo la Rivoluzione del 1789, la Vandea, i contadini che combattono per difendere la loro libertร  religiosa) mi era pressochรฉ sconosciuto. Mi sono incuriosita e la prospettiva di mettere mano su un romanzo balzachiano, uno tra i tanti autori francesi che preferisco, mi ha entusiasmata a tal punto che, scorgendo notevoli tagli e discrepanze fra lโ€™originale e la traduzione di cui ero venuta in possesso, mi sono impegnata in questโ€™opera di traduzione che, per fortuna, รจ venuta alla luce.

๐Ÿ”ธ๐‚๐จ๐ฆ๐ž ๐ฌ๐ข ๐ฌ๐ฏ๐จ๐ฅ๐ ๐ž ๐ฅ๐š ๐ฌ๐ฎ๐šย  ๐ ๐ข๐จ๐ซ๐ง๐š๐ญ๐š ๐๐š๐ฅ ๐ฉ๐ฎ๐ง๐ญ๐จ ๐๐ข ๐ฏ๐ข๐ฌ๐ญ๐š ๐ฅ๐ž๐ญ๐ญ๐ž๐ซ๐š๐ซ๐ข๐จ?
โ–ช๏ธCorreggo bozze, scrivo (e correggo) quarte di copertina, leggo e recensisco (qui sรฌ che cโ€™รจ stata la metamorfosi, poichรฉ adesso sono attivitร  che faccio per professione), preparo le presentazioni, appronto nuovi lavori di traduzione e mi prendo anche del tempo per la sponsorizzazione sui Social. Lโ€™ordine non รจ sempre lo stesso. Anzi, non lo รจ mai.

๐Ÿ”ธย  “๐‹๐š ๐ ๐ง๐จ๐ฌ๐ž๐จ๐ฅ๐จ๐ ๐ข๐š ๐๐ข ๐Œ๐š๐ซ๐ฌ๐ข๐ฅ๐ข๐จ ๐…๐ข๐œ๐ข๐ง๐จ. ๐‚๐จ๐ง๐จ๐ฌ๐œ๐ž๐ซ๐ž ๐š๐ญ๐ญ๐ซ๐š๐ฏ๐ž๐ซ๐ฌ๐จ ๐ฅ๐š ๐œ๐ซ๐ž๐š๐ญ๐ข๐ฏ๐ข๐ญ๐šฬ€ ๐๐ž๐ฅ๐ฅ’ยซ๐ข๐ฆ๐š๐ ๐ข๐ง๐š๐ญ๐ข๐จ-๐ฉ๐ก๐š๐ง๐ญ๐š๐ฌ๐ข๐šยป ๐žฬ€ ๐ข๐ฅ ๐ญ๐ข๐ญ๐จ๐ฅ๐จ ๐๐ž๐ฅ ๐ฌ๐ฎ๐จ ๐ฅ๐ข๐›๐ซ๐จ. ๐Œ๐ข ๐๐ข๐œ๐š ๐๐ฎ๐ž ๐ฆ๐จ๐ญ๐ข๐ฏ๐ข ๐ฉ๐ž๐ซ๐œ๐ก๐žฬ ๐ฌ๐ข ๐๐จ๐ฏ๐ซ๐ž๐›๐›๐ž ๐ฅ๐ž๐ ๐ ๐ž๐ซ๐ž ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐จ ๐ฅ๐ข๐›๐ซ๐จ.
โ–ช๏ธย Primo perchรฉ si sofferma su un periodo importante: il Rinascimento, per cui la discettazione รจ incentrata, almeno nella prima parte, sullโ€™opposizione tra platonici e aristotelici. รˆ un aggirarsi allโ€™interno della corte dei Medici e imbattersi in Ficino, appunto, che ha riportato in auge la filosofia di Platone, per volere di Cosimo deโ€™ Medici, il quale gli dร  vitto e alloggio affinchรฉ il suo pupillo non abbia distrazioni di alcun tipo.
Secondo perchรฉ lancio una sfida al lettore: โ€œimmaginazioneโ€ e โ€œfantasiaโ€ sono due termini che adoperiamo indifferentemente, invece Ficino nella Theologia platonica ci dice che sono due facoltร  intellettive diverse. Inoltre, cosa facciamo con lโ€™immaginazione? Perchรฉ ricorriamo ad essa? Perchรฉ possiamo costruirci una realtร  differente da quella che viviamo. Ma anche su questo punto Ficino ci dice altro: lโ€™immaginazione prima e la fantasia poi sono dei tasselli indispensabili nel processo conoscitivo. E voi, lettori, da che parte state?

๐Ÿ”ธ๐๐ฎ๐š๐ฅ ๐žฬ€ ๐ฌ๐ญ๐š๐ญ๐จ ๐ข๐ฅ “๐ฌ๐ฎ๐จ ๐ฉ๐ž๐ซ๐ข๐จ๐๐จ ๐ฌ๐ญ๐ซ๐š๐ง๐จ ๐ž ๐ฉ๐ข๐š๐ญ๐ญ๐จ” ๐ฉ๐š๐ฌ๐ฌ๐š๐ง๐๐จ “๐๐š๐ฅ ๐›๐ฎ๐ข๐จ ๐š๐ฅ๐ฅ๐š ๐ฅ๐ฎ๐œ๐ž”?
โ–ช๏ธEra unโ€™estate di due anni fa. I giorni passavano senza che nulla accadesse. Allโ€™improvviso tutto si era fermato, anche se ero consapevole che il mondo intorno si muoveva come al solito, come sempre. Ero io, solo io, ad essere paralizzata, assente da me stessa. I rumori dellโ€™esterno li ascoltavo distrattamente e a malapena. Quando ho cominciato a lavorare su โ€œGli Sciuaniโ€ di Balzac anche quei rumori sono cessati. Cโ€™erano soltanto loro, questi contadini ribelli a cui oggi devo tutto. E con โ€œtuttoโ€ intendo lโ€™aver ritrovato la grinta per riprendere in mano la mia vita e governarla. Mi hanno tirata su, mi hanno riportata in superficie e finalmente ho visto di nuovo la luce.

๐Ÿ”ธย ๐‚’๐žฬ€ ๐ฌ๐ญ๐š๐ญ๐จ ๐ฎ๐ง ๐ฅ๐ข๐›๐ซ๐จ ๐œ๐ก๐ž ๐ง๐จ๐ง ๐žฬ€ ๐ซ๐ข๐ฎ๐ฌ๐œ๐ข๐ญ๐จ ๐š ๐Ÿ๐ข๐ง๐ข๐ซ๐ž?
โ–ช๏ธPurtroppo, sรฌ. E purtroppo รจ Lโ€™idiota di Dostoevskij. Eppure avevo empatizzato con il principe Myskin. รˆ una sconfitta perchรฉ lโ€™ho mollato a cinquanta pagine dalla fine. Ma mi prenderรฒ la rivincita. Ho commesso lโ€™errore di leggerlo di fretta e a un certo punto mi sono persa nella storia. La lettura, specie quella degli autori russi, deve avere il suo tempo e io non lโ€™ho centellinato.

๐Ÿ”ธย ๐‹๐ž ๐ฌ๐ฎ๐ž ๐ซ๐ž๐œ๐ž๐ง๐ฌ๐ข๐จ๐ง๐ข ๐ฌ๐จ๐ง๐จ ๐ฆ๐จ๐ฅ๐ญ๐จ ๐š๐ฉ๐ฉ๐ซ๐ž๐ณ๐ณ๐š๐ญ๐ž. ๐‘๐ข๐œ๐จ๐ซ๐๐š ๐ฅ๐š ๐ฉ๐ซ๐ข๐ฆ๐š?
โ–ช๏ธย Certo, รจ indimenticabile: Italo Calvino, โ€œSe una notte dโ€™inverno un viaggiatoreโ€. Questo libro mi ha fatto scoprire Calvino e mi ha fatto innamorare di lui. Piรน volte sono stata tentata di lasciarlo (lโ€™ho letto prima de โ€œLโ€™idiotaโ€), ma per fortuna mi sono ostinata ad andare avanti ed รจ stata una rivelazione. Ne sono rimasta cosรฌ colpita che ho sentito la necessitร  di scriverne qualcosa. Erano impressioni, piรน che recensione vera e propria.

๐Ÿ”ธย ๐‚๐ก๐ž ๐ซ๐š๐ฉ๐ฉ๐จ๐ซ๐ญ๐จ ๐œ’๐žฬ€, ๐ฌ๐ž๐œ๐จ๐ง๐๐จ ๐ฅ๐ž๐ข, ๐ญ๐ซ๐š ๐Ÿ๐ข๐ฅ๐จ๐ฌ๐จ๐Ÿ๐ข๐š ๐ž ๐Ÿ๐ž๐๐ž?
โ–ช๏ธย Essendomi occupata di Marsilio Ficino, che prima di essere filosofo รจ stato prete e teologo, direi che siano alleate. Cโ€™รจ un termine che le lega, che in realtร  รจ un atteggiamento: stupore di fronte alle cose.

๐Ÿ”ธย ๐ˆ๐ฅ ๐ฌ๐ข๐ฅ๐ž๐ง๐ณ๐ข๐จ ๐ง๐จ๐ง ๐žฬ€ ๐ฏ๐ฎ๐จ๐ญ๐จ, ๐ฆ๐š ๐žฬ€ ๐ฉ๐ข๐ž๐ง๐จ ๐๐ข ๐ซ๐ข๐ฌ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ญ๐ž. ๐„ฬ€ ๐ฌ๐จ๐ฅ๐จ ๐ช๐ฎ๐š๐ง๐๐จ ๐ซ๐ข๐ž๐ฌ๐œ๐ข ๐š ๐ญ๐š๐œ๐ž๐ซ๐ž, ๐ž๐ฏ๐ข๐ญ๐š๐ง๐๐จ ๐๐ข๐ฌ๐œ๐ฎ๐ฌ๐ฌ๐ข๐จ๐ง๐ข ๐ข๐ง๐ฎ๐ญ๐ข๐ฅ๐ข, ๐œ๐ก๐ž ๐ฆ๐จ๐ฌ๐ญ๐ซ๐ข ๐ฅ๐š ๐ญ๐ฎ๐š ๐ข๐ง๐ญ๐ž๐ฅ๐ฅ๐ข๐ ๐ž๐ง๐ณ๐š ๐ž ๐ฅ๐š ๐ญ๐ฎ๐š ๐ฌ๐š๐ ๐ ๐ž๐ณ๐ณ๐š. ๐๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐š ๐žฬ€ ๐ช๐ฎ๐ž๐ฅ ๐ ๐ž๐ง๐ž๐ซ๐ž ๐๐ข ๐Ÿ๐ข๐ฅ๐จ๐ฌ๐จ๐Ÿ๐ข๐š ๐œ๐ก๐ž ๐ง๐จ๐ง ๐žฬ€ ๐ง๐š๐ญ๐š ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ž๐ฌ๐ฌ๐ž๐ซ๐ž ๐ข๐ง๐ฌ๐ž๐ ๐ง๐š๐ญ๐š, ๐ฆ๐š ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ž๐ฌ๐ฌ๐ž๐ซ๐ž ๐ฉ๐ซ๐š๐ญ๐ข๐œ๐š๐ญ๐š “.
๐„ฬ€ ๐’๐š๐œ๐œ๐จ๐ซ๐๐จ ๐œ๐จ๐ง ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐š ๐œ๐ž๐ฅ๐ž๐›๐ซ๐ž ๐Ÿ๐ซ๐š๐ฌ๐ž ๐๐ข ๐‹๐ฎ๐œ๐ข๐š๐ง๐จ ๐๐ž ๐‚๐ซ๐ž๐ฌ๐œ๐ž๐ง๐ณ๐จ?
โ–ช๏ธย Sรฌ, sono dโ€™accordo, ma non รจ un criterio sempre applicabile. Dipende dalle persone che si hanno di fronte.

๐Ÿ”ธย ๐„๐ฌ๐ฌ๐ž๐ซ๐ž ๐ข๐ง๐ฏ๐ข๐๐ข๐š๐ญ๐š ๐žฬ€ ๐ฎ๐ง ๐›๐ž๐ง๐ž ๐จ ๐ฎ๐ง ๐ฆ๐š๐ฅ๐ž?
โ–ช๏ธย Non mi รจ mai piaciuta lโ€™invidia, nรฉ lโ€™ho mai provata. Invidiare รจ un male, ma essere invidiati significa che si sta facendo bene il proprio lavoro e puรฒ dare quella spinta a fare ancora di piรน e ancora meglio.

๐Ÿ”ธย ๐’๐จ๐œ๐ซ๐š๐ญ๐ž ๐š๐Ÿ๐Ÿ๐ž๐ซ๐ฆ๐š๐ฏ๐š ๐œ๐ก๐ž ๐ฌ๐œ๐ซ๐ข๐ฏ๐ž๐ฏ๐š ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ฌ๐žฬ ๐ฌ๐ญ๐ž๐ฌ๐ฌ๐จ ๐ž ๐ง๐จ๐ง ๐ ๐ฅ๐ข ๐ข๐ฆ๐ฉ๐จ๐ซ๐ญ๐š๐ฏ๐š ๐๐ž๐ฅ ๐ ๐ข๐ฎ๐๐ข๐ณ๐ข๐จ ๐๐ž๐ ๐ฅ๐ข ๐š๐ฅ๐ญ๐ซ๐ข. ๐„ฬ€ย  ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ฌ๐ข๐›๐ข๐ฅ๐ž ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐จ ๐š๐ง๐œ๐ก๐ž ๐จ๐ ๐ ๐ข ๐จ๐ฉ๐ฉ๐ฎ๐ซ๐ž ๐ฉ๐ซ๐ž๐ฏ๐š๐ฅ๐ž “๐ฅ’๐ž๐ ๐จ ๐ฌ๐ฆ๐ข๐ฌ๐ฎ๐ซ๐š๐ญ๐จ?”
โ–ช๏ธย Non so se e quanto sia prevalente โ€œlโ€™ego smisuratoโ€, non si puรฒ fare di tutta lโ€™erba un fascio. Ma credo che ci sia chi scriva per sรฉ stesso, che โ€œcomunichi conโ€ (come dice Franco Ferrarotti) e non โ€œaโ€, facendo della scrittura uno strumento di mediazione fine a sรฉ stesso.

๐Ÿ”ธย ๐‚๐จ๐ฌ๐š ๐ง๐จ๐ง ๐ฅ๐ž ๐ฉ๐ข๐š๐œ๐ž ๐๐ž๐ฅ ๐ฌ๐ฎ๐จ ๐œ๐š๐ซ๐š๐ญ๐ญ๐ž๐ซ๐ž?
โ–ช๏ธLa timidezza e lโ€™insicurezza, anche nelle relazioni personali, il sentirmi fuori luogo, e prevedere tragedie prima che accadano (anche se poi non accadono).

๐Ÿ”ธ๐๐ฎ๐จฬ€ ๐๐ข๐ซ๐ž ๐œ๐จ๐ฌ๐š ๐Ÿ๐š๐ซ๐ž๐›๐›๐ž ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ฆ๐ข๐ ๐ฅ๐ข๐จ๐ซ๐š๐ซ๐ž ๐ฅ๐š ๐œ๐ฎ๐ฅ๐ญ๐ฎ๐ซ๐š ๐ข๐ง ๐ˆ๐ญ๐š๐ฅ๐ข๐š ๐ฌ๐ž ๐ง๐ž ๐š๐ฏ๐ž๐ฌ๐ฌ๐ž ๐ฅ๐š ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ฌ๐ข๐›๐ข๐ฅ๐ข๐ญ๐šฬ€?
โ–ช๏ธย Se per Dante รจ lโ€™amore โ€œche move il sole e le altre stelleโ€, per me lo รจ anche la curiositร  di sapere e di conoscere. Basandomi sulla mia esperienza personale, posso solo dire, provando a rispondere, che si possono creare tante occasioni e tanti eventi, ma se si รจ svogliati, come dicevano i miei professori ai colloqui, se non si ha interesse, non si va da nessuna parte. In tal senso la scuola puรฒ molto, per cui si puรฒ migliorare la cultura a patto che si venga educati alla cultura. Sembra un gioco di parole, ma non lo รจ.

๐Ÿ”ธย ๐‡๐จ ๐š๐ฏ๐ฎ๐ญ๐จ ๐ฆ๐จ๐๐จ ๐๐ข ๐š๐ฉ๐ฉ๐ซ๐ž๐ณ๐ณ๐š๐ซ๐ž ๐š๐ฅ๐œ๐ฎ๐ง๐ž ๐ฌ๐ฎ๐ž ๐ฉ๐จ๐ž๐ฌ๐ข๐ž. ๐๐ฎ๐š๐ง๐๐จ ๐š๐ฏ๐ซ๐ž๐ฆ๐จ ๐ฅ๐š ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ฌ๐ข๐›๐ข๐ฅ๐ข๐ญ๐šฬ€ ๐๐ข ๐ฅ๐ž๐ ๐ ๐ž๐ซ๐ฅ๐ž ๐ข๐ง ๐ฎ๐ง๐š ๐ฉ๐ฎ๐›๐›๐ฅ๐ข๐œ๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž?
โ–ช๏ธย Grazie davvero per lโ€™apprezzamento! Ad oggi, perรฒ, non credo ci sarร  una pubblicazione di mie poesie. Non mi sento poetessa, non sono competente e non so nulla di metrica. I versi che ho scritto sono il frutto di emozioni e sensazioni estemporanee. Vito Moretti, ecco che mi ritorna in mente, diceva โ€œche per fare versi basta andare a capoโ€, ma poi aggiungeva: โ€œcreando ritmo, melodia, musicaโ€.

๐Ÿ”ธย ๐€ ๐œ๐ก๐ข ๐๐ž๐๐ข๐œ๐š ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐š ๐ข๐ง๐ญ๐ž๐ซ๐ฏ๐ข๐ฌ๐ญ๐š?
โ–ช๏ธย Alla persona che ha realizzato il mio sogno: lโ€™Editore Marco Solfanelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarร  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *