Intervista a Valentina Terlato

๐‹’๐ข๐ง๐ญ๐ž๐ซ๐ฏ๐ข๐ฌ๐ญ๐š ๐๐ž๐ฅ ๐Œ๐š๐ซ๐ญ๐ž๐๐ขฬ€
๐—ฉ๐—ฎ๐—น๐—ฒ๐—ป๐˜๐—ถ๐—ป๐—ฎ ๐—ง๐—ฒ๐—ฟ๐—น๐—ฎ๐˜๐—ผ
๐‘Ž ๐‘๐‘ข๐‘Ÿ๐‘Ž ๐‘‘๐‘– ๐‘‡๐‘œ๐‘›๐‘– ๐น๐‘Ž๐‘”๐‘›๐‘Ž๐‘›๐‘–
โ€ข ๐‹๐š ๐ฉ๐ซ๐ข๐ฆ๐š ๐๐จ๐ฆ๐š๐ง๐๐š ๐œ๐ก๐ž ๐ฅ๐ž ๐Ÿ๐š๐œ๐œ๐ข๐จ ๐žฬ€ ๐ฅ๐š ๐ฌ๐ญ๐ž๐ฌ๐ฌ๐š ๐œ๐ก๐ž ๐ฌ๐ข ๐Ÿ๐ž๐œ๐ž ๐†๐ฎ๐ข๐๐จ ๐‘๐ž๐ฒ ๐ช๐ฎ๐š๐ง๐๐จ ๐ฌ๐š๐ฅ๐ขฬ€ ๐ฌ๐ฎ๐ฅ๐ฅ๐š ๐Œ๐š๐ซ๐ฆ๐จ๐ฅ๐š๐๐š:
“๐๐ฎ๐š๐ฅ๐ž ๐๐ž๐ฌ๐ข๐๐ž๐ซ๐ข๐จ ๐จ ๐œ๐š๐ฉ๐ซ๐ข๐œ๐œ๐ข๐จ ๐ก๐š ๐ฌ๐ฉ๐ข๐ง๐ญ๐จ ๐ฎ๐ง๐š ๐Ÿ๐š๐ง๐œ๐ข๐ฎ๐ฅ๐ฅ๐š ๐ญ๐ฎ๐ญ๐ญ๐š ๐ฌ๐จ๐ฅ๐š ๐š๐ ๐ฎ๐ง’ ๐š๐ฏ๐ฏ๐ž๐ง๐ญ๐ฎ๐ซ๐š ๐ญ๐š๐ง๐ญ๐จ ๐ฌ๐ฎ๐ฉ๐ž๐ซ๐ข๐จ๐ซ๐ž ๐š๐ฅ๐ฅ๐ž ๐ฌ๐ฎ๐ž ๐Ÿ๐จ๐ซ๐ณ๐ž?”
– Come ha specificato Giulia Massini, nella sua prefazione al mio libro, la “fanciulla” a cui si riferisce Guido Rey riuscรฌ ad arrivare in vetta come tutti gli altri della cordata. Quanto a me, che da tempo non sono piรน una fanciulla, quello che mi ha sempre spinto verso la montagna รจ la passione per quei magici orizzonti verticali che lasciano prefigurare vastitร  sconosciute, come l’ermo colle leopardiano.
Ne “La libertร  di andare dove voglio” Reinhold Messner scrive che gli spazi di natura incontaminata, i deserti e le montagne costituiscono dei catalizzatori per la nostra umanitร , perchรจ ci aiutano a scoprire le nostre potenzialitร  e i nostri limiti umani. La natura incontaminata รจ infatti lo specchio migliore in cui ritrovare noi stessi e la nostra identitร .
Questo la montagna รจ stata e continua ad essere per me.
Purtroppo, in 50 anni di escursioni e di scalate su rocce e su ghiacciai, ho anche assistito allo scempio compiuto, e in corso d’opera,ย  per aprire nuoviย  trafori, costruire nuovi impianti turistici o cementificare sentieri, per permettere l’accesso automobilistico ai rifugi in quota, che cosรฌ cessano di essere rifugi e si trasformano in alberghi di lusso.
Dunque non era un’impresa “tanto superiore alle sue forze”.
โ€ข ๐๐ฎ๐จฬ€ ๐ฌ๐ฉ๐ข๐ž๐ ๐š๐ซ๐œ๐ข ๐ฉ๐ž๐ซ๐œ๐ก๐žฬ ๐ฉ๐š๐ซ๐š๐ ๐จ๐ง๐š ๐ฅ๐š ๐ฌ๐ฎ๐š ๐ฉ๐š๐ฌ๐ฌ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ฅ๐š ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐šย  “๐ฉ๐จ๐ž๐ฌ๐ข๐š ๐๐ž๐ฅ ๐ฉ๐ž๐ซ๐ข๐œ๐จ๐ฅ๐จ”?
– Non credo di aver fatto paragoni di questo genere. E’ sempre Guido Rey, citato da Massini, che immaginava che la “fanciulla” della cordata fosse spaventata dalla “sublime poesia del pericolo”. A me non interessa il pericolo fine a se stesso. Amo il rischio e senza rischiare si rinuncia a vivere, non soltanto in montagna.
โ€ข ๐๐ž๐ซ๐œ๐ก๐žฬ ๐ฅ๐š ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐š ๐ง๐จ๐ง ๐žฬ€ย  ๐ฎ๐ง ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ญ๐จ ๐Ÿ๐ข๐ฌ๐ข๐œ๐จ ๐ฆ๐š ๐ฎ๐ง ๐ฅ๐ฎ๐จ๐ ๐จ ๐ข๐๐ž๐š๐ฅ๐ž ๐๐จ๐ฏ๐ž ๐ข๐ฅ ๐ญ๐ž๐ฆ๐ฉ๐จ ๐žฬ€ ๐ฌ๐จ๐ฌ๐ฉ๐ž๐ฌ๐จ?
– La montagna รจ principalmente un luogo fisico, ma รจ anche, per me, uno spazio mentale di libertร .
Il tempo, in montagna, รจ reale e surreale. Puรฒ succedere che a volte perda la sua dimensione cronometrica, perchรจ un attimo puรฒ dilatarsi e riempirsi di eternitร . Altre volte il tempo ti incalza, perchรจ devi arrivare in cima entro una certa ora, se vuoi scendere in sicurezza. Altre volte ancora la fatica รจ tale che ogni minuto ti p
โ€ข ๐‹๐š ๐ฌ๐จ๐ฅ๐ข๐ญ๐ฎ๐๐ข๐ง๐ž ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ฅ๐ž๐ข ๐ง๐จ๐ง ๐ฌ๐ข๐ ๐ง๐ข๐Ÿ๐ข๐œ๐š “๐ฌ๐ž๐ง๐ญ๐ข๐ซ๐ฌ๐ข ๐ฌ๐จ๐ฅ๐ข.” ๐๐จ๐ง ๐ฅ๐ž ๐ฌ๐ž๐ฆ๐›๐ซ๐š ๐ฎ๐ง๐š ๐œ๐จ๐ง๐ญ๐ซ๐š๐๐๐ข๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž?
– Sรฌ, certo. Sono d’accordo che รจ una contraddizione, ma non รจ l’unica della mia vita.
โ€ข ๐ˆ๐ง ๐ช๐ฎ๐š๐ฅ๐ž ๐ž๐ญ๐šฬ€ ๐ก๐š ๐ข๐ง๐œ๐จ๐ฆ๐ข๐ง๐œ๐ข๐š๐ญ๐จ ๐š ๐ฌ๐ž๐ง๐ญ๐ข๐ซ๐ž ๐ข๐ฅ ๐›๐ข๐ฌ๐จ๐ ๐ง๐จ ๐๐ž๐ฅ๐ฅ๐š ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐š?
– Fin da piccola sono stata attratta dalla verticalitร  e mi arrampicavo sugli alberi. Con la mia famiglia andavo ogni estate al mare. Ho iniziato ad andare in montagna a 18 anni, grazie a un viaggio regalo nella Foresta Nera.
โ€ข ๐๐จ๐ง ๐ฏ๐ฎ๐จ๐ฅ๐ž ๐š๐ฌ๐ฌ๐จ๐ฅ๐ฎ๐ญ๐š๐ฆ๐ž๐ง๐ญ๐ž ๐œ๐ก๐ž ๐ง๐ž๐ฌ๐ฌ๐ฎ๐ง๐š ๐ฉ๐ž๐ซ๐ฌ๐จ๐ง๐š ๐ฌ๐ข ๐ข๐ง๐ญ๐ซ๐จ๐ฆ๐ž๐ญ๐ญ๐š ๐ญ๐ซ๐š ๐ฅ๐ž๐ข ๐ž ๐ฅ๐š ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐š. ๐๐ž๐ซ๐œ๐ก๐žฬ?
– Diciamo che ho imparato ad apprezzare il piacere di un rapporto esclusivo con la montagna. Durante un’escursione io sento di entrare gradualmente in simbiosi con la natura che mi circonda. Le percezioni si intensificano, il sudore si mescola ai pensieri e si crea una straordinaria unitร  di mente e corpo. Questo รจ un po’ difficile da realizzare in compagnia, almeno nella mia esperienza. Comunque, evitando accuratamente i gruppi, godo anch’io del piacere di camminare o arrampicare insieme a qualcuno con cui sto bene. Sono un essere umanoย  in fin dei conti.
โ€ข ๐‚๐ข ๐ฌ๐จ๐ง๐จ ๐š๐ฅ๐ญ๐ซ๐ข ๐œ๐จ๐ง๐Ÿ๐ข๐ง๐ข ๐œ๐ก๐ž ๐ฅ๐ž ๐ฉ๐ข๐š๐œ๐œ๐ข๐จ๐ง๐จ ๐จ๐ฅ๐ญ๐ซ๐ž ๐š ๐ช๐ฎ๐ž๐ฅ๐ฅ๐ข ๐ญ๐ž๐ซ๐ซ๐ข๐ญ๐จ๐ซ๐ข๐š๐ฅ๐ข?
–ย  Sรฌ, sono attratta da tutti i confini, perchรฉ mi piace scavalcarli.
โ€ข ๐‚’๐žฬ€ ๐ฌ๐ญ๐š๐ญ๐จ ๐ฎ๐ง ๐ฆ๐จ๐ฆ๐ž๐ง๐ญ๐จ ๐ข๐ง ๐œ๐ฎ๐ข ๐ก๐š ๐ญ๐ž๐ฆ๐ฎ๐ญ๐จ ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ฅ๐š ๐ฌ๐ฎ๐š ๐ฏ๐ข๐ญ๐š ๐ข๐ง ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐š?
– Sรฌ, soprattutto da giovane, quando mi avventuravo da sola per le montagne dell’appennino, senza avere neanche una cartina, perchรจ allora non era facile trovarle. Il piรน delle volte ho avuto paura di perdermi, perchรจ i sentieri erano segnati poco o non segnati affatto. Altre volte ho avuto paura di cadere nel vuoto, perdendo un appiglio in parete.
โ€ข ๐‚๐จ๐ฆ๐ž ๐žฬ€ ๐š๐ฏ๐ฏ๐ž๐ง๐ฎ๐ญ๐š ๐ฅ’๐ข๐๐ž๐š ๐๐ข ๐ฌ๐œ๐ซ๐ข๐ฏ๐ž๐ซ๐ž “๐“๐ซ๐š ๐ฅ๐ž ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐ž” ๐ž๐๐ข๐ญ๐จ ๐๐š ๐“๐š๐›๐ฎ๐ฅ๐š ๐Ÿ๐š๐ญ๐ข?
–ย  A un certo punto mi sono resa conto che la montagna ha attraversato tutta la mia vita, cosรฌ che, parlando di montagna, io posso parlare di tante altre cose. Di qui l’idea di scrivere questi racconti.
โ€ข ๐๐ž๐ซ ๐š๐ฆ๐š๐ซ๐ž ๐ฅ๐š ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐š ๐›๐ข๐ฌ๐จ๐ ๐ง๐š ๐œ๐š๐ฉ๐ข๐ซ๐ฅ๐š ๐ฆ๐š ๐œ๐จ๐ฆ๐ž ๐ฌ๐ข ๐Ÿ๐š ๐š ๐œ๐š๐ฉ๐ข๐ซ๐ž ๐ฅ๐š ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐š?
– Credo che sia importante imparare a conoscerla, dedicandole il tempo necessario. Capire la montagna significa riconoscere i segnali che ti invia attraverso le nuvole, la direzione del vento, le frane. Significa esporsi al rischio di perdersi, quando non รจ chiaro da che parte andare. Significa anche fare i conti con i propri limiti e capire quando รจ il momento di rinunciare e di tornare indietro.
โ€ข ๐ˆ๐ฅ ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐ž ๐๐ข๐š๐ง๐œ๐จ ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ฅ๐ž๐ข ๐žฬ€ ๐ฆ๐จ๐ฅ๐ญ๐จ ๐ฉ๐ข๐ฎฬ€ ๐๐ข ๐ฎ๐ง๐š ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐š. ๐‚๐ก๐ž ๐ฏ๐ฎ๐จ๐ฅ ๐๐ข๐ซ๐ž?
– Col Monte Bianco ho avuto un’intensa storia d’amore e per molti anni รจ stato al centro dei miei pensieri.
โ€ข ๐€ ๐œ๐ก๐ข ๐ง๐จ๐ง ๐š๐ฆ๐š ๐ฅ๐š ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐š ๐œ๐จ๐ฌ๐š ๐œ๐จ๐ง๐ฌ๐ข๐ ๐ฅ๐ข๐ž๐ซ๐ž๐›๐›๐ž ๐๐ข ๐Ÿ๐š๐ซ๐ž?
– Lei sa che รจ impossibile dare consigli su come innamorarsi. Non รจ obbligatorio amare la montagna, ciรฒ che conta รจ avere un rapporto d’amore con la natura: che siano fiumi, laghi, mari o montagne non ha importanza, purchรฉย  si rispetti anche ciรฒ che non si ama.
โ€ข ๐๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐จ ๐›๐ข๐ฌ๐จ๐ ๐ง๐จ ๐œ๐จ๐ฌ๐ขฬ€ ๐ข๐ง๐ญ๐ž๐ง๐ฌ๐จ ๐๐ž๐ฅ๐ฅ๐š ๐ฆ๐จ๐ง๐ญ๐š๐ ๐ง๐š ๐ง๐จ๐ง ๐ฅ๐ž ๐ฌ๐ž๐ฆ๐›๐ซ๐š ๐ฎ๐ง ๐ฉ๐จ’ ๐ž๐ฌ๐š๐ ๐ž๐ซ๐š๐ญ๐จ?
– Sinceramente no,ย  perchรจ per me la montagna รจ fonte di vita e mi aiuta a vivere anche quando sono in cittร , perchรจ so che mi aspetta. Mi aiuta a sopportare le pesantezze della vita di tutti i giorni.
โ€ข ๐๐ฎ๐š๐ฅ๐ข ๐ฌ๐จ๐ง๐จ ๐ฌ๐ญ๐š๐ญ๐ž ๐ฅ๐ž ๐ฆ๐จ๐ญ๐ข๐ฏ๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ข ๐œ๐ก๐ž ๐ฅ’๐ก๐š๐ง๐ง๐จ ๐ฌ๐ฉ๐ข๐ง๐ญ๐š ๐๐ข ๐Ÿ๐š๐ซ๐ž ๐ข๐ฅ ๐œ๐š๐ฆ๐ฆ๐ข๐ง๐จ ๐๐ข ๐’๐š๐ง๐ญ๐ข๐š๐ ๐จ?
– Avevo voglia di fare un cammino, non l’avevo mai fatto. Mi piaceva l’idea di arrivare a Santiago sulle orme degli antichi pellegrini. Sono stata spinta da un desiderio laico di conoscenza. Strada facendo, perรฒ, il cammino mi ha un po’ cambiato.
โ€ข ๐๐ž๐ซ๐œ๐ก๐žฬ ๐ง๐จ๐ง ๐ก๐š ๐ฆ๐š๐ข ๐š๐œ๐œ๐š๐ซ๐ž๐ณ๐ณ๐š๐ญ๐จ ๐ช๐ฎ๐ž๐ฅ ๐œ๐š๐ง๐ž ๐œ๐ก๐ž ๐ก๐š ๐ข๐ง๐œ๐จ๐ง๐ญ๐ซ๐š๐ญ๐จย  ๐ง๐ž๐ฅ ๐›๐จ๐ฌ๐œ๐จ ๐ž ๐ฅ’๐ก๐š ๐ฌ๐ž๐ ๐ฎ๐ข๐ญ๐š ๐ฌ๐ข๐ง๐จ ๐š๐ฅ๐ฅ๐š ๐ฉ๐จ๐ซ๐ญ๐š ๐๐ž๐ฅ๐ฅ๐š ๐ฌ๐ฎ๐š ๐œ๐š๐ฌ๐š?
– Lei si riferisce al cane che in un racconto mi ha accompagnato in una lunga camminata sulla neve. Avevo un po’ paura di questo cane, perchรจ era enorme e se le cose non gli stavano bene mi aggrediva senza mezzi termini. Mi seguรฌ fino alla porta di casa. Adesso credo che l’avrei fatto entrare, nel racconto non me la sentii, pur provando una gran pena. Non lo accarezzai, per non aumentare lo strazio della separazione.
โ€ข ๐’๐ž ๐ฅ๐ž ๐จ๐Ÿ๐Ÿ๐ซ๐ข๐ฌ๐ฌ๐ž๐ซ๐จ ๐ฎ๐ง๐š ๐ฏ๐š๐œ๐š๐ง๐ณ๐š ๐š๐ฅ ๐ฆ๐š๐ซ๐ž ๐ซ๐ข๐ง๐ฎ๐ง๐œ๐ž๐ซ๐ž๐›๐›๐ž?
– Dipende da quale mare.
โ€ข ๐€ ๐œ๐ก๐ข ๐๐ž๐๐ข๐œ๐š ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐š ๐ข๐ง๐ญ๐ž๐ซ๐ฏ๐ข๐ฌ๐ญ๐š?
– La dedico a lei, che mi ha regalato il suo tempo e la sua attenzione; la dedico a Giulia Massini, che ha scritto la bellissima prefazione del libro, e a Silva Ganzitti, la grande editor di Tabula Fati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarร  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *